Notizie in Rilievo

Periodicamente scegliamo per te le notizie di maggiore interesse provenienti dal mondo del 
Condominio e dintorni. Novità, eventi, approfondimenti normativi, legali ma anche di carattere 
semplicemente pratico.
Una guida sempre aggiornata per vivere appieno la tua casa.                                                                                

 

A causa di un disservizio del server di posta elettronica, negli ultimi mesi le Email non ci sono state recapitate sempre correttamente, nonostante la risposta automatica assicurasse il contrario. Molti messaggi, quindi, non sono mai arrivati e, evidentemente, non abbiamo potuto evaderli. Poiché come ben sapete è nostra consuetudine rispondere a tutte le Email, qualora siate ancora in attesa di risposta ad una comunicazione inviata prima dell'inizio di luglio Vi preghiamo di inoltrarcela nuovamente. In questo momento l'assistenza tecnica è al lavoro per risolvere il problema. Sarà nostra cura informarvi non appena il servizio tornerà a funzionare regolarmente. Ci scusiamo per l'inconveniente non dipendente dalla nostra volontà.   Amministrazioni Condominiali SRL

leggi tutto

Gentili Clienti, i nostri uffici sono aperti lunedì - mercoledì - venerdì dalle 9:30 alle 13:00, martedì - giovedì dalle 14:30 alle 17:00.     Per EMERGENZE telefonare al numero verde gratuito 800 19 80 85, attivo 24h.         Grazie!  

leggi tutto

Il nostro condominio di viale Zara 58, dopo un importante intervento di riqualificazione energetica, è il primo “condominio efficiente” certificato dal Comune di Milano (guarda il video). E' il risultato del grande lavoro di riqualificazione realizzato da Rete Irene nell’ambito della campagna ”Condomini Efficienti, Tavolo Patti Chiari per l’Efficienza Energetica” patrocinata dal Comune di Milano e promossa da Legambiente.  Un’iniziativa  in cui il Comune si è fatto intermediario tra i principali attori del mercato dell’efficienza energetica e i condomini, con l’obiettivo di facilitare l’incontro tra domanda e offerta per promuovere la riqualificazione energetica degli edifici in tutto il territorio cittadino, diffondendo le buone pratiche per il risparmio energetico.  L’intervento in viale Zara 58, che ha riguardato l’isolamento termico di 4.500 metri quadri di facciata, ha portato alla riduzione del fabbisogno energetico da 166.80 a 84.23 KWh/m², e  250 tonnellate di CO2 in meno immesse nell’ambiente ogni anno. La riqualificazione, che ha fatto passare l’edificio dalla classe energetica F (la peggiore con la G) alla C, è stata celebrata  con la posa di una speciale targa, alla presenza dell’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran. 

I lavori, che hanno consentito di riconsegnare alla città un edificio completamente rinnovato, hanno comportato un complesso intervento edile-impiantistico, che ha interessato sia le opere di rifacimento delle facciate tramite isolamento termico a cappotto, sia il rifacimento dei pavimenti dei balconi, e l’impermeabilizzazione di una parte della copertura dello stabile. Grazie a questo le 46 famiglie del condominio di viale Zara 58  ora vivono in un ambiente completamente rinnovato, con una ricaduta positiva sul taglio dei costi in bolletta e sul valore dell'immobile, oltre a una riduzione considerevole delle emissioni inquinanti nell’aria a beneficio dell’intera comunità.

leggi tutto

Oramai da più di un anno siamo ripiombati nell'atmosfera delle assemblee condominiali. Ed i vecchi problemi sono riemersi ché la Riforma anziché chiarire alcune problematiche, forse ancor di più le ha rese oscure. Una saggia idea (dal punto di vista pratico e soprattutto operativo) di creare una distinzione tra nomina dell'amministratore e sua conferma, neppure lontanamente è balenata nella mente del Legislatore. E solo noi che viviamo di condominio, all'interno del quale da sempre operiamo, sappiamo quanto è difficile raggiungere anche in seconda convocazione la metà dell'edificio (cioè i fatidici cinquecento millesimi!!): quei fatidici cinquecento millesimi che soprattutto negli stabili ove i condomini superano la cinquantina diventa un miraggio. Ed allora, allora l'amministratore non viene nominato (non può essere nominato!) e continua a svolgere IN PROROGATIO la gestione. Gestione ordinaria, ci pare ovvio affermare, ché se fossero stati deliberati e fossero magari in corso lavori straordinari, a nostro giudizio e soprattutto per una questione di deontologia professionale, tutto si complicherebbe. L'antica usanza (ormai assolutamente vietata dalla nuova normativa) di dare deleghe all'amministratore salvava in molti casi il quorum e consentiva l'ufficialità della nomina: che ora più non si fa. E quanto possa durare la prorogatio è un dilemma che nessuno sa. La proposta di "riconvocare l'assemblea tra quaranta giorni" non è gradita e la risposta è semplice: se in molti non sono venuti vuol dire che tutto (precisiamo noi, per onestà) quasi tutto va bene. Ed ancora, si prenda l'anagrafe condominiale: l'esperienza dice, non solo a noi, ma a tutti i colleghi che anche in palazzi, come si suol dire In, almeno il venti per cento non abbia risposto. Alcuni per dimenticanza, altri snobbando la richiesta fatta OPE LEGIS dall'amministratore, altri perché superiori. Andremo a fare le ricerche ipocatastali, addebiteremo agli inadempienti il costo della ricerca ed intaseremo il Catasto. Ed ancora (non ci si dica che è una nostra fissazione!) come fare a deliberare i lavori straordinari come il rifacimento del tetto, il rifacimento di una facciata magari in precarie condizioni se non costituiremo "manu militari" il fondo del complessivo costo lavori: anche in considerazione del fatto che il legislatore non ha considerato (ma ai parlamentari la vil moneta non olet) che tali lavori si pagano magari in trenta o quaranta mensilità. Altro il registro di nomina dell'amministratore (uno dei quattro di nuova istituzione), che non è che un doppione dei dati che sono contenuti nel libro verbali assemblee (che noi personalmente insistiamo debba essere vidimato dal notaio) dove chiaramente sono detti nome e cognome ed altri dati riguardanti appunto l'amministratore, ivi compreso il compenso dello stesso. A fronte di tante critiche, una presa di posizione intelligente e cioè l'avere regolamentato il quorum per la installazione degli impianti di videosorveglianza (1122 Ter). Da alcuni anni l'argomento desiderato da molti (anche dagli assenti) non poteva essere discusso per svariati motivi. Ora, l'esperienza personale Io conferma si sta verificando un vero boom nelle delibere per tale istallazione il cui costo, tra l'altro, è notevolmente diminuito. Ufficializzata anche la nomina del Consiglio di condominio (ed è una cosa costruttiva se i consiglieri ragionano e collaborano) dall'ultimo comma del 1130. Una cosa che il Legislatore invece ha completamente ignorato, come già l'aveva ignorata nella riforma del diritto fallimentare, è stata quella di non prendere minimamente in considerazione la posizione della morosità in condominio (se non per quanto previsto nel 63% delle disposizioni di attuazione) cioè dare ai fornitori creditori il nominativo degli inadempienti! Non è questo quello che ci interessa. Quello che interessa ai condomini che onorano i pagamenti delle rate condominiali dovute, sarebbe stato quello di considerare il Condominio privilegiato (e lo diciamo con la P maiuscola) sanno benissimo i colleghi, sanno benissimo i condomini nel cui immobile si siano verificati delle morosità, che essendo il condominio CHIROGRAFO, a fronte ed in pendenza di una vendita immobiliare della unità immobiliare espropriata arriveranno TUTTI (banche, Inps, Inail ecc.) prima del condominio e quindi i condomini dovranno sborsare (come dal momento dell'inizio delle morosità hanno fatto) le quote di chi non ha pagato. Se questa è Giustizia.... Dario Guazzoni (Fonte: l’amministratore)

leggi tutto
 

Amministrazioni Condominiali SRL | Sede legale: v.le Zara 58, MI | Uffici: via Abbadesse 54, MI | Tel. 02 69004841 | Fax 02 66807219 | info@ammcond.it | ammcond@pec.it

Cod. fiscale, P.Iva, R.I. Milano n. 04632580967 | REA 1762210 | Capitale sociale i.v. Euro 15.000 | Policy Cookie

Professione esercitata ai sensi della Legge n. 4 del 14/01/13, G.U. n. 22 del 26/01/13